Rafting in Umbria

Cosa visitare in Umbria in sole 24 ore
Cosa visitare in Umbria in sole 24 ore
3 Settembre 2020
Rafting in Umbria

Avventura e divertimento, con amici o famiglia lungo i percorsi fluviali dell’Umbria.

L’Umbria è senza dubbio la regione più ricca di natura incontaminata, conosciuta per i fiumi più lunghi d’Italia tra vegetazione boschiva, cascate e grotte naturali, rappresenta una notevole attrazione per tutti gli amanti degli sport fluviali e non solo.

Combinate natura, divertimento e avventura e vivete la giornata ideale, trascorrendo il tempo con i vostri amici in un’avventurosa discesa fluviale tra le rapide di terzo livello WW del fiume Corno, ad esempio, che si distingue per le sue acque incontaminate, a pochi chilometri da Perugia,  capoluogo dell’Umbria.

Oltre agli appassionati di sport fluviali, con precedente esperienza alle spalle, anche i meno esperti possono iniziare a fare rafting, magari partendo dalla Valnerina, la valle del fiume Nera, in un tratto dove anche i bambini e chi non sa nuotare, possono fare rafting in massima sicurezza e senza scomode peripezie, super adatto per il soft rafting e per le persone che preferiscono meno rapide durante una discesa fluviale.

Normalmente i centri rafting, come quello di Vallo di Nera, a pochi chilometri da Perugia, sono dotati di tutti i comfort per trascorrere una giornata nella natura a fare sport. Dopo la discesa potrete approfittare degli spogliatoi del centro, del punto di ristoro o del barbecue per concludere in bellezza la giornata di rafting con i vostri amici.

Le persone in cerca delle rapide più impetuose, invece, non possono assolutamente perdersi le rapide della Cascata delle Marmore, a pochi chilometri da Terni, con un quarto livello WW su sei, vi farà salire l’adrenalina alle stelle!

Non avete bisogno di doti particolari per affrontare le rapide della Cascata delle Marmore, basta saper nuotare bene ed avere tra i 18 e i 55 anni.

Tutti possono fare rafting in Umbria, ed essendo una regione così centrale dell’Italia è perfetta per chi viene da nord o da sud. Per esempio, se si vivete nelle Marche, si può fare rafting sul fiume Sentino, un fiume di una bellezza quasi magica, che ha dato origine alla famosa Grotta di Frasassi, a cavallo tra l’Umbria e le Marche.

Rimarrete affascinati dal rafting in Umbria perché i percorsi per questo tipo di sport sono intervallati da boschi, borghi medievali, pareti rocciose e immense praterie, in pochi minuti passerete tra scenari tutti diversi e tutti ugualmente di una bellezza enfatica.

Rafting in Umbria: sport in gruppo

Riunite il vostro gruppo di 6 amici e venite a scoprire le rapide del fiume Nera, le cascate delle Marmore, le gole di Biselli o le grotte di Frasassi a bordo di un’inaffondabile gommone a sei posti, mentre vi divertite a scendere le rapide del fiume e ad affrontare tutti gli ostacoli che vi si presentano.

Fare rafting vi aiuterà a liberare lo stress accumulato in città mentre vi godete la natura dell’Umbria, lasciando i  pensieri a casa e respirando un’aria opulenta tra risate e gioia.

Si può andare a fare rafting tutto l’anno, soprattutto durante l’inverno quando la pioggia riempie i fiumi, non dovrete neanche preoccuparvi del freddo perché il materiale per fare rafting è stato appositamente progettato per difendersi dal freddo!

Non hai scuse per non venire in Umbria a fare rafting almeno una volta nella vita!